La Parodontologia cura la struttura anatomica che sostiene il dente, ovvero il legamento parodontale, la struttura ossea alveolare, il cemento radicolare e le gengive.

 

La malattia parodontale (detta anche piorrea, parodontite, parodontosi, parodontopatia) è una malattia dei tessuti di sostegno dei denti che ha come principali cause la presenza di depositi di placca batterica e tartaro (scarsa igiene e flora batterica parodontopatogena), la predisposizione genetica, il fumo, lo stato di salute generale (es: diabete, immunodeficienze).

Se l’infezione è limitata alla sola gengiva si parla di gengivite, nella quale si osserva arrossamento e sanguinamento gengivale; se l’infezione si estende al legamento parodontale e all’osso alveolare si parla di parodontite; nelle fasi più avanzate si arriva alla progressiva mobilità e alla perdita degli elementi dentari.

 

La malattia parodontale è una patologia cronica molto frequente nella popolazione adulta e può rimanere asintomatica per molti anni.

É fondamentale sottoporsi a visite di controllo periodiche per fare diagnosi precoce della patologia e per impostare una corretta terapia, che nei casi più avanzati può richiedere anche un approccio chirurgico.